Massaggio infantile per i papà

Massaggio infantile per i papà

Il papà può massaggiare il neonato e il bambino più grande? Certamente sì! E allora perché molti padri si sentono in difficoltà a stabilire un contatto pelle a pelle con i figli, hanno paura di fare male al neonato, si considerano impacciati e incapaci di prendersi cura del piccolo, soprattutto nelle prime settimane? Il massaggio infantile è una delle opportunità per i padri per sentirsi più vicini al neonato, più capaci di entrare in relazione con lui, più sicuri del proprio ruolo di genitori.

Massaggio infantile e papà competenti: una ricerca canadese

Massaggio infantile e papà competenti: una ricerca canadese

I padri che praticano il massaggio infantile affermano che esso rappresenta un’opportunità di stabilire una relazione profonda con il proprio bambino, dedicandogli un tempo specifico, non inteso solo come un “tempo di pausa per le mamme”, bensì come un tempo di relazione esclusiva proprio per i papà. Attraverso il massaggio infantile, i padri si sentono più “competenti”, cioè più capaci di costruire e curare la relazione con i propri figli.

Neonati pretermine e massaggio infantile: alcune ricerche americane

Neonati pretermine e massaggio infantile: alcune ricerche americane

Il massaggio infantile può avere effetti positivi sulla crescita e lo sviluppo dei neonati pretermine: lo dimostra Tiffany Field, ricercatrice presso il Touch Research Institute di Miami, che presenta una sintesi di diversi studi e ricerche compiute da lei e dal suo team.

Bambini prematuri e massaggio infantile

Bambini prematuri e massaggio infantile

Il massaggio infantile può rappresentare un valido strumento per costruire il legame, inizialmente interrotto da una separazione fisica, tra un bambino nato prima del tempo e i suoi genitori. Si tratta di una valida opportunità e di un momento speciale e dedicato, in cui stare in contatto con il proprio bambino, comunicandogli, attraverso gesti, parole e movimenti, tutto il proprio affetto, amore e rispetto.