Comunicare con i figli: empatia e ascolto attivo

Comunicare con i figli: empatia e ascolto attivo

Comunicare con i figli in modo efficace significa prima di tutto considerarli persone competenti e capaci, fin da piccoli, di stare nella relazione: solo questo consentirà di costruire una relazione di fiducia, salda e duratura, che porti con sé i valori dell’ascolto, del rispetto e dell’empatia, che il bambino farà suoi anche nella vita futura.

Accogliere un bambino di Grazia Honegger Fresco recensione

Accogliere un bambino di Grazia Honegger Fresco recensione

Accogliere un bambino non è un manuale di pedagogia, ma un libro agile, scorrevole, di facile lettura, ricchissimo di spunti e proposte per i genitori e per gli educatori. Grazia Honegger Fresco presenta consigli pratici, suggerimenti operativi che i genitori possono mettere immediatamente in pratica per proporre al bambino giochi e attività piacevoli, adeguati alle diverse fasi della crescita.

E se poi prende il vizio? Recensione del libro di Alessandra Bortolotti

E se poi prende il vizio? Recensione del libro di Alessandra Bortolotti

In una società ricca di pregiudizi nei confronti dei genitori, in una cultura nella quale invece di vivere CON i bambini si vive NONOSTANTE loro, incentivando in tal modo il distacco tra i genitori e i figli, Alessandra Bortolotti recupera gli studi delle neuroscienze, dell’etologia e della fisiologia per sottolineare l’importanza del contatto tra i genitori e i figli, bisogno primario per entrambi.

Genitori affidatari e massaggio infantile

Genitori affidatari e massaggio infantile

I genitori affidatari possono massaggiare il bambino? La risposta è sicuramente sì, tenendo conto di alcuni elementi importanti, di cui ci parla una ricerca condotta da Cheryl Pratt, insegnante IAIM, specialista in Salute Mentale Infantile e direttrice del Clinical Training Institute al Children’s Research Triangle di Chicago.

Regole per bambini: imporle o stabilirle insieme?

Regole per bambini: imporle o stabilirle insieme?

Continuiamo la nostra riflessione sulle regole e proponiamo alcune possibili strategie per aiutare i bambini a comprenderle e farle proprie; ricorrere a minacce e ricatti è inutile e controproducente, mentre negoziare con loro e aiutarli a fare scelte appropriate è un’ottima strategia per aiutarli a rispettare regole e limiti senza fatica.

Estinzione graduale del pianto: la posizione dell’Associazione Australiana per la Salute Mentale Infantile (AAIMHI)

Estinzione graduale del pianto: la posizione dell’Associazione Australiana per la Salute Mentale Infantile (AAIMHI)

Molti genitori non sanno che l’estinzione graduale del pianto, usata per far dormire i bambini da soli, può avere conseguenze pesanti sull’equilibrio psicologico e affettivo dei figli: tutte le informazioni in un documento pubblicato dall’Associazione Australiana per la Salute Mentale Infantile (AAIMHI).

Fate la nanna: avete provato il metodo Estivill?

Fate la nanna: avete provato il metodo Estivill?

Il libro “Fate la nanna” di Eduard Estivill è ormai un bestseller tra i genitori, ma se riflettiamo bene su questo “metodo” ci accorgiamo che è dannoso per i bambini, perché compromette l’instaurarsi di una solida relazione di fiducia e rispetto con tra genitori e figli.

Massaggio al bambino messaggio d’amore di Vimala McClure

Massaggio al bambino messaggio d’amore di Vimala McClure

“Massaggio infantile messaggio d’amore” non è solo un manuale per apprendere il massaggio infantile, ma è un libro prezioso per i genitori che vogliono amare i loro bambini anche attraverso le coccole e il contatto.

Genitori adottivi massaggio infantile e coccole: un’esperienza di contatto e ascolto

Genitori adottivi massaggio infantile e coccole: un’esperienza di contatto e ascolto

I bambini che vivono esperienze di abbandono facilmente perdono fiducia nella relazione con l’adulto, pertanto il massaggio infantile può diventare per i genitori adottivi un valido strumento di contatto e comunicazione con la bambina, che la faccia sentire accolta, rispettata e sicura

Linguaggio del neonato: perché anche i neonati hanno molto da dire!

Linguaggio del neonato: perché anche i neonati hanno molto da dire!

Il bambino ha molto da raccontare alla propria mamma e al proprio babbo e proprio durante il massaggio si possono creare le condizioni migliori per poterne leggere e comprendere l’insieme dei segnali, che egli usa per far capire ai genitori ciò che vuole comunicare, perché essi possano rispondere ai suoi bisogni in modo amorevole e rispettoso.

Massaggiare il bambino chiedendo il permesso: un segnale di rispetto

Massaggiare il bambino chiedendo il permesso: un segnale di rispetto

“Posso massaggiarti?” Ma perché chiedere ad un neonato, che non può parlare, il permesso di fare qualche cosa con lui, per lui? Chiedere permesso al bambino di massaggiarlo lo aiuterà a costruire quella fiducia e quel rispetto che gli consentiranno di vivere con serenità e sicurezza la relazione con l’altro, anche in futuro.