Titolo originale: Supporting Fathering Through Infant Massage

Autori: Carolynn Darrell Cheng, Anthony A. Volk e Zapito A. Marini

Pubblicato in: The journal of Perinatal Education , aprile 2011

In che modo il massaggio infantile può aiutare i padri a sentirsi “competenti”?

A partire dagli studi di Tiffany Field sull’importanza del contatto per stabilire una relazione profonda tra genitori e figli, i ricercatori canadesi Carolynn Darrell Cheng, Anthony Volk e Zopito Marini hanno condotto un’indagine per verificare i benefici del massaggio infantile nella relazione tra padre e neonato.

In che modo “misurare” questi benefici? In uno studio del 1989, Brent McBride aveva dimostrato che un basso livello di stress migliora la percezione delle competenze genitoriali, mentre da altre ricerche emerge chiaramente che alti livelli di stress nei genitori possono influenzare negativamente il legame di attaccamento, rendendolo meno saldo. E spesso sono proprio i padri a percepire un maggiore stress genitoriale, perché si sentono meno competenti, rispetto alle madri, nella cura dei figli.

La pratica del massaggio infantile può essere utile per abbassare il livello di stress paterno? È proprio ciò che si sono chiesti Darrell Cheng e colleghi, che nel 2011 hanno coinvolto nella loro ricerca ventiquattro padri canadesi tra i 24 e i 50 anni con i loro bambini, tra i 5 e i 14 mesi.

Un primo gruppo, formato da dodici papà con i loro bambini, ha partecipato ad un corso di massaggio infantile IAIM, della durata di quattro settimane, mentre il secondo gruppo non è stato coinvolto in questa attività. Prima e dopo il corso, ai padri di entrambi i gruppi è stato somministrato un questionario per valutare il loro livello di stress rispetto al loro ruolo genitoriale (The Parenting Stress Index). I padri del gruppo coinvolto nel corso di massaggio infantile hanno potuto anche esprimersi attraverso un’intervista a domande aperte, manifestando la propria percezione del grado di coinvolgimento dei figli durante il massaggio stesso.

I dati raccolti attraverso i questionari e le interviste mostrano un abbassamento dei livelli di stress genitoriale nei padri che avevano partecipato al corso di massaggio infantile IAIM, mentre in molti casi i padri del gruppo di controllo, che quindi non avevano preso parte al corso, presentavano, dopo quattro settimane, livelli di stress addirittura superiori rispetto a quelli rilevati nel questionario iniziale.

Questo è certamente un dato significativo, che dimostrato una chiara relazione tra la pratica del massaggio infantile e la riduzione del livello di stress nei padri.

Aumentare il contatto, ridurre lo stress, promuovere le competenze dei padri

Coinvolgere i padri in un’esperienza di contatto pelle a pelle con il proprio bambino, come il massaggio infantile, sembra renderli più sicuri della loro efficacia come genitori.

Il 92% dei padri protagonisti di questo studio, infatti, descrive il massaggio come un’esperienza assolutamente positiva, che gioca un ruolo significativo nel cambiare la relazione con il proprio figlio. Il 25% dei padri ha dichiarato di sentirsi cambiato rispetto al proprio ruolo genitoriale, grazie alla partecipazione al corso di massaggio infantile con il proprio bambino e il 75% afferma di voler consigliare il corso anche ad altri padri.

Per la maggior parte dei padri coinvolti, il massaggio infantile rappresenta un’opportunità di stare nella relazione con il proprio bambino, dedicandogli un tempo specifico, non inteso solo come un “tempo di pausa per le mamme”, bensì come un tempo di relazione esclusiva proprio per i papà.

Attraverso il massaggio infantile, i padri si sentono più “competenti”, cioè più capaci di costruire e curare la relazione con i propri figli.

“Se mia moglie mi chiedesse di portare fuori mia figlia per quarantacinque minuti, io le direi – Sei matta? Viene ancora allattata al seno, non ne ho proprio l’intenzione – Ma ora sono molto più disposto a tenerla per un’ora”, afferma un papà che ha preso parte alla ricerca.

Per molti padri che hanno partecipato al corso, inoltre, è stato importante avere l’opportunità di incontrare altri padri, per condividere e proprie esperienze genitoriali e percepire, così, un minore isolamento rispetto al proprio ruolo. Dopo il corso di massaggio infantile, infatti, i padri si sono sentiti più coinvolti nella relazione con i neonati, ma anche meno “soli” nel vivere l’esperienza della paternità.

Massaggio infantile e papà competenti: una ricerca canadese

Leggi l’articolo originale Supporting Fathering Through Infant Massage.

Parliamo dell’importanza del contatto per i papà nell’articolo Massaggio infantile per i papà.

Foto di Julien REBOULET su Flickr.

.

.