Al momento della nascita, il legame profondo tra mamma e bambino creatosi durante la gravidanza si interrompe e nella madre sorge un forte contrasto emotivo tra il desiderio di vedere il bambino e la paura di separarsi fisicamente da lui.

La sfida, per madre e neonato, è quella di intrecciare un nuovo legame, tutto da costruire, tutto da scoprire, giorno per giorno: in questo percorso, il massaggio neonatale rappresenta da tempo immemorabile una risorsa preziosa.

In che modo il massaggio neonatale favorisce il bonding?

Numerosi studi e ricerche dimostrano che “il massaggio può costituire un valido strumento per rafforzare il legame madre-bambino”, perché “è un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con il proprio bambino, in quanto favorisce il legame di attaccamento, rafforza la relazione genitore-bambino, favorisce uno stato di benessere nel bambino, aiuta il bambino a scaricare le tensioni provocate da piccoli malesseri e può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia. La stimolazione tattile ha infatti effetti sia neurofisiologici sia comportamentali: toccare il bambino con affetto crea inoltre, comunque, un senso di intimità, di amore, di sicurezza e di benessere (G. Di Bartolomeo, C. Cacchionni, A.M. Di Paolo – L’ostetrica ed il massaggio infantile. Analisi di un anno di attività didattica specifica nella Scuola di Preparazione alla Nascita dell’Università di Perugia).

Massaggio neonatale e bonding: rafforzare il legame tra genitori e figli attraverso il contatto aiuta i bambini a crescere più sereni e sicuri di sé.Il momento del massaggio è così importante per rafforzare il legame tra genitore e bambino perché in esso si ritrovano tutti gli elementi del bonding: il contatto attraverso la pelle, lo scambio di sguardi e sorrisi, le interazioni verbali. Inoltre il contatto pelle a pelle fa sentire il genitore “in sintonia” con il bambino perché i movimenti ritmici del massaggio favoriscono la sincronizzazione dei bioritmi tra chi lo offre e chi lo riceve.

Parlare di bonding nei corsi di massaggio neonatale

Durante i corsi di massaggio infantile, parliamo ai genitori dell’importanza del bonding e cerchiamo di aiutarli a scoprire le proprie risorse per rafforzarlo giorno dopo giorno. Frequentando il corso di massaggio, i genitori prendono consapevolezza di possedere uno straordinario canale di comunicazione col neonato, ossia il contatto fisico, che spesso è trascurato o addirittura condannato da quanti ritengono che tenere a lungo in braccio il bambino significhi “viziarlo” o creare in lui una dipendenza.

Durante il corso, i genitori sono invitati a restare in ascolto dei segnali e a rispondere ai bisogni del neonato, creando in questo modo un “circolo virtuoso” che farà sentire il bambino accolto ed ascoltato. Allo stesso tempo i genitori si sentiranno “competenti” nel far fronte alle diverse richieste del piccolo e tutto ciò rafforzerà il processo di attaccamento.

Promuovere il bonding tra genitori e bambini durante i corsi di massaggio infantile ci sta molto a cuore, perché sappiamo che la qualità del legame che il neonato stabilisce con i genitori (o con chi si prende cura di lui) influenzerà il suo benessere psico-fisico e la qualità delle sue relazioni durante tutta la sua vita. 

Massaggio neonatale e bonding: rafforzare il legame tra genitori e figli attraverso il contatto

Foto di Laura su Flickr, LadyDragonflyCC su Flickr.

Vuoi approfondire il concetto di bonding? Leggi l’articolo Bonding: un legame speciale tra genitori e figli

.

.