Che cosa c’è di meglio di un massaggio rilassante per accompagnare un neonato o un bambino più grande nelle praterie dei sogni? Può essere anche un’ottima occasione per il genitore per concedersi una pausa, un momento di relax e di contatto profondo con il proprio bambino dopo una lunga giornata.

Proprio per questo, il massaggio infantile può rappresentare un’occasione per il genitore di rilassarsi insieme al proprio bambino, accompagnandolo nell’addormentamento e favorendo un sonno più lungo e profondo… per tutta la famiglia!

Massaggio infantile e sonno del neonato e del bambino: come favorire il rilassamento e il sonno del bambino attraverso il massaggio e le coccole.Vogliamo ricordare che il massaggio infantile non è una tecnica e nemmeno una terapia, bensì un modo unico, speciale e diverso di stare con il proprio figlio, di dedicare a lui un tempo privilegiato di coccole, ascolto e affetto.

Lo sanno bene i genitori che hanno preso parte ai corsi di massaggio infantile: per loro il massaggio al bambino è un rito quotidiano, che dona profondo benessere e rilassamento sia a chi lo riceve, sia a chi lo offre.

In particolare, essi sottolineano il valore del massaggio come momento privilegiato e unico di coccole, di carezze, di contatto pelle a pelle profondo e affettuoso, di sorrisi, di amore. Essi raccontano di vivere questo rito come un momento di pausa dalle fatiche della giornata e dalle preoccupazioni del lavoro, per ritrovare una profonda e speciale vicinanza con il proprio figlio, per uno scambio reciproco di contatto e affetto.

Se si sceglie di massaggiare il bambino al termine della giornata, questo diventa anche un rito speciale, che aiuta ad affrontare più serenamente il momento del sonno, della difficile separazione per l’addormentamento, rendendolo più piacevole sia per il bambino sia per i genitori.

I benefici del massaggio nel favorire il rilassamento e nel regolare i ritmi sonno-veglia fanno parte dell’esperienza dei genitori che massaggiano i loro bambini, ma sono anche dimostrati da diverse ricerche e studi scientifici.

In particolare, in uno studio realizzato nel 2001 dal Touch Research Institute di Miami, un gruppo di bambini e neonati con problemi di sonno è stato quotidianamente massaggiato dai propri genitori per un mese, per quindici minuti prima di andare a dormire, mentre ai bambini del gruppo di controllo è stata semplicemente letta una storia. Lo studio ha dimostrato che i bambini massaggiati si addormentavano più velocemente.

Ma in che modo il massaggio può effettivamente influenzare il sonno del bambino?

Diversi studi hanno dimostrato che il massaggio infantile può rallentare la respirazione e il ritmo cardiaco del bambino, sciogliendone, quindi, le tensioni muscolari e favorendo in tal modo il rilassamento fisico.

La stimolazione tattile può abbassare, inoltre, il livello degli ormoni dello stress, aumentando, invece, il livello degli “ormoni positivi”, come ossitocina e prolattina, che inducono uno stato di rilassamento e profondo benessere nel bambino e nel genitore. Allo stesso tempo, col massaggio si favorisce il rilascio di serotonina, l’”ormone del buonumore”, che stimola in tutto il corpo la produzione di melatonina, l’”ormone del sonno”: insomma, un cocktail perfetto per regolarizzare i ritmi sonno-veglia e migliorare la qualità del sonno.

Un bambino che può godere di un riposo profondo durante la notte sarà anche più sereno e tranquillo durante la giornata, saprà affrontare più facilmente piccole e grandi difficoltà e sarà in grado di auto-regolarsi di fronte a situazioni nuove e inaspettate.

In una società occidentale dove viene scoraggiato da diverse teorie l’accudimento “ad alto contatto” dei figli, perché si teme di “viziarli”, il massaggio rappresenta certamente una proposta alternativa, che rientra in una modalità di cura basata proprio sul contatto pelle a pelle con il bambino, che lo fa sentire amato, accolto, ascoltato e aiuta il genitore a cogliere e comprendere i segnali del figlio, per rispondervi nel modo più adeguato.

Questo non significa che il massaggio sia la soluzione miracolosa per dormire notti di sonno profondo o per risolvere una volta per tutte difficoltà di addormentamento e ansia di separazione, ma certamente può rappresentare un utile mezzo di rilassamento e un momento speciale in cui genitori e figli possono scambiarsi coccole e autentica vicinanza, per affrontare insieme e con maggiore serenità il momento della nanna.

Sogni d’oro! Massaggio infantile e sonno del neonato e del bambino

Per approfondire l’argomento leggi anche Perché il mio bambino non dorme? Alcune considerazioni sul sonno dei bambini.

Foto di PublicDomainPictures su pixabay.com e Starlight 2210 su imgfave.com.