Titolo originale: Interventions to support early relationships: mechanisms identified within infant massage programmes

Autori: Angela Underdown e Jane Barlow

Pubblicato in: Community Practitioner, aprile 2011

In che modo il massaggio infantile può migliorare la relazione tra la madre e il neonato? Se lo sono chiesto Angela Underdown e Jane Barlow, professori associati di Medicina Pediatrica dell’Università di Warwick (Regno Unito). Per verificare i benefici del massaggio infantile, i due ricercatori hanno analizzato 39 coppie madre-bambino provenienti da situazioni socio-economiche svantaggiate, che hanno partecipato ad un corso di massaggio del neonato.

I risultati? Attraverso la rilevazione di una serie di parametri prima e dopo il corso di massaggio, i ricercatori hanno dimostrato un miglioramento nelle relazioni tra madre e bambino e hanno cercato di definire in modo dettagliato quali elementi del corso avessero favorito questo miglioramento.

I fattori individuati possono essere suddivisi in tre categorie.

1) LUOGO, GRUPPO e ATMOSFERA del CORSO – gli elementi del corso che hanno reso piacevole, utile e benefico il massaggio sono:

  • un “setting” adeguato a rispondere ai bisogni delle coppie madre-neonato;
  • un’atmosfera accogliente e rilassata all’interno del gruppo e con l’insegnante;
  • un gruppo di dimensioni adeguate (da quattro a otto coppie genitore-bambino).

2) INSEGNANTE – alcune qualità e azioni dell’insegnante si sono rivelate particolarmente importanti per la buona riuscita del corso:

  • le competenze tecniche;
  • le qualità personali;
  • il ruolo di “facilitatore” delle relazioni all’interno del gruppo;
  • la capacità di offrire supporto ai genitori comprendendo e accogliendo i loro bisogni;
  • il modo di interagire con la bambola come se fosse un bambino vero.

3) CONTENUTI del CORSO:

  • l’insegnamento della sequenza del massaggio come strumento per interagire col bambino;
  • la spiegazione degli stati comportamentali del bambino;
  • l’importanza della lettura dei segnali del neonato;
  • la valorizzazione delle competenze dei genitori;
  • la possibilità di confrontarsi con altri genitori.

Benefici dei corsi di massaggio infantile nel favorire le relazioni precoci tra madre e neonato: articolo interessante per genitori e insegnanti di massaggiOltre a definire tutti questi aspetti fondamentali per la buona riuscita di un corso di massaggio, i ricercatori hanno anche potuto confrontare due diverse tipologie di corsi, ossia quelli condotti da insegnanti formati dall’International Association of Infant Massage e quelli strutturati secondo il metodo di Peter Walker. I riscontri ottenuti dalle madri permettono ai ricercatori di affermare che i corsi IAIM sono stati più efficaci nel sostenere la relazione madre-bambino,  principalmente per questi motivi:

  • gli insegnanti IAIM hanno saputo creare un’atmosfera emotivamente contenitiva rispetto alle ansie e preoccupazioni delle madri (“L’atmosfera era bella … un’altra mamma mi diceva che da un paio di settimane non aveva dormito una notte intera e il suo compagno non la aiutava, perché doveva andare a lavorare … E’ stato bello sentire che non ero l’unica ad impazzire e anche lei era in difficoltà … mi ha rassicurata” racconta una di loro);
  • il massaggio viene proposto come un modo di entrare in relazione con il proprio bambino;
  • si dà molta importanza alla lettura dei segnali e alla comprensione degli stati comportamentali;
  • si incoraggiano i genitori ad accogliere e rispettare i bisogni dei bambini, perché sviluppino  una relazione basata sulla reciprocità;
  • l’insegnante interagisce con la bambola in modo da incoraggiare le madri a considerare il bambino un partecipante attivo al massaggio;
  • l’insegnante rafforza il ruolo del genitore, che si sente competente nel comprendere la disponibilità o indisponibilità del bambino ad essere massaggiato e nel far fronte ai suoi bisogni. “E’ stato importante imparare a massaggiare perché ho capito come aiutarlo ad affrontare le coliche … Si è calmato molto e anch’io sono più rilassata perché ho capito come aiutarlo” afferma una mamma).

Questi elementi sono peculiari del programma IAIM e lo differenziano dal metodo di Peter Walker che, avendo un approccio evolutivo, considera il bambino come un passivo fruitore del massaggio che è visto come un mezzo unicamente finalizzato a stimolarne la flessibilità e la coordinazione muscolare, senza particolare attenzione per gli aspetti relazionali tra genitore e bambino e tra i partecipanti al corso.

In conclusione, la ricerca ha dimostrato che frequentare un corso di massaggio è stato utile per le madri e ha migliorato le loro relazioni con i figli, favorendo la loro capacità di leggere e comprendere i segnali del neonato per dare risposte adeguate ai suoi bisogni. Il corso di massaggio proposto dall’IAIM è stato particolarmente efficace proprio per l’attenzione agli aspetti relazionali, perché gli insegnanti hanno saputo favorire le interazioni tra madri e bambini e allo stesso tempo creare un clima armonioso tra le madri, che si sono sentite accolte e valorizzate dal gruppo e hanno trovato supporto per superare situazioni di disagio.

Benefici dei corsi di massaggio infantile nel favorire le relazioni precoci tra madre e neonato

Leggi l’articolo originale Interventions to support early relationships: mechanisms identified within infant massage programmes (pdf in inglese)

Per saperne di più sui benefici dei corsi di massaggio infantile AIMI e IAIM, visita la pagina dedicata ai corsi.

Foto di The Jordan Collective su Flickr, Bianca Nogrady su Flickr.

.

.