Chi siamo – Perché questo blog

Il nostro progetto

Una mamma e un’educatrice: in comune la passione per il massaggio infantile e per i bambini, e soprattutto il desiderio di parlare delle nostre esperienze, emozioni, impressioni. Da qui nasce questo progetto: dalla voglia di far conoscere il massaggio infantile e di condividere con genitori, educatori e altri insegnanti di massaggio le nostre esperienze e competenze, le nostre letture e riflessioni, nate dal contatto quotidiano con i bambini.

Ci piace pensare che ogni genitore possa trovare un modo speciale di stare col proprio bambino e scoprire una comunicazione profonda sin dai primi giorni di vita, attraverso il tatto, il contatto, la pelle, ma anche con i gesti, gli sguardi, la voce. Ci stanno a cuore tutti i temi legati ai bambini e alla relazione tra genitori e figli, ma non ci interessa dare consigli già pronti all’uso, perché ogni famiglia e ogni coppia genitore-bambino è unica e solo all’interno di questa relazione speciale si possono trovare le risposte ai bisogni del bambino e del genitore.

Le nostre parole d’ordine sono riflettere, condividere, confrontarci con i genitori e i colleghi: per questo saremo felici di leggere i vostri commenti!

La pace nel mondo si costruisce un bambino alla volta.

Ibu Robin Lim

Sonia Ferrari

Laureata in Lettere, sono insegnante di scuola secondaria e mamma di due bambini.

Ho scoperto il massaggio infantile nel 2011, seguendo un corso condotto da un’insegnante AIMI, in cui ho imparato a massaggiare la mia bambina di pochi mesi e ho compreso l’importanza del contatto e della comunicazione attraverso il linguaggio della pelle e del corpo nella relazione tra genitori e bambini. Massaggiare i miei figli è stato ed è tuttora un modo speciale di entrare in contatto con loro, di comunicare in modo profondo tutto ciò che le parole non possono o non riescono a dire.

Fin da subito ho sentito il bisogno di far conoscere anche ad altri genitori la possibilità di vivere questa esperienza straordinaria coi loro bambini, per questo ho voluto diventare insegnante AIMI. Ho seguito il corso per insegnanti di massaggio infantile a Bologna a luglio 2011, conseguendo il diploma internazionale di Certified Infant Massage Instructor, rilasciato dall’International Association of Infant Massage, di cui l’AIMI fa parte. Finora ho tenuto numerosi corsi di gruppo e individuali con genitori di bambini fino ai dodici mesi e nell’ottobre 2012 ho seguito il corso di aggiornamento dell’AIMI Il massaggio e il bambino più grande, per poter insegnare anche ai genitori di bambini di età superiore a un anno.

Accompagnando la crescita dei miei figli ho compreso che entrare in contatto con i bambini non significa solo massaggiarli e coccolarli, ma anche costruire con loro un legame profondo fatto di emozioni condivise. Per questo la lettura e la musica, da sempre mie grandi passioni, sono diventate momenti speciali da vivere coi miei figli, per scoprire e riscoprire con loro la meraviglia di essere bambini.

Penso che offrire ai bambini la possibilità di emozionarsi con le storie illustrate e di sperimentare il mondo dei suoni sia un modo straordinario per sostenere e accompagnare la loro crescita; per questo ho deciso di diventare lettrice volontaria del progetto “Nati per leggere” e “Nati per la musica” (progetti dell’Associazione Culturale Pediatri, in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino), per far conoscere anche agli altri genitori l’importanza della lettura e della musica coi bambini fin dai primi mesi di vita e durante tutta l’infanzia.

Laura Casagrande

Mi sono laureata nel 2011 come Educatrice nei servizi per l’infanzia e dopo aver svolto alcune esperienze lavorative in contesti educativi diversi, attualmente lavoro in una scuola dell’infanzia, come insegnante di compresenza in sezioni miste e come coordinatrice didattica della scuola stessa.

Amo il mio lavoro perché trovo meraviglioso poter accompagnare i bambini nel loro personale percorso di crescita e di graduale ingresso nella società, consegnando loro quegli strumenti necessari perché in autonomia possano attivare le loro personali risorse e imparino a trovare “il loro posto nel mondo”.

Occuparmi del coordinamento didattico della scuola significa per me impegnarmi in una riflessione continua, finalizzata a rendere la scuola ancor prima che un luogo di istruzione, un contesto educativo e di crescita, dove i bambini possano imparare a gestire la relazione con il prossimo in modo sereno e rispettoso di sé stessi e degli altri, e dove possano imparare a dare senso e valore al proprio agire, crescendo con la consapevolezza delle proprie competenze e dell’importanza del loro essere e del loro fare.

Questo rappresenta per me il nucleo del mio lavoro e della mia persona.

Per tale motivo, nel 2012 ho deciso di frequentare il corso di formazione per diventare Insegnante di Massaggio Infantile AIMI, conseguendo il diploma internazionale di Certified Infant Massage Instructor all’inizio del 2013, rilasciato dall’International Association of Infant Massage, di cui AIMI fa parte.

Di seguito all’acquisizione del titolo, ho iniziato subito a fare corsi di massaggio infantile, individuali ma anche di gruppo. Queste esperienze, insieme all’incontro quotidiano con i genitori a scuola, mi hanno aiutato a capire quanto sia importante fornire loro uno strumento utile a mediare la relazione con i propri figli, fin dalla nascita.

Credo molto nel massaggio infantile perché promuove un nuovo punto di vista sulle relazioni, partendo dall’importanza del “primo senso”, la pelle, mediatore di un “modo diverso di stare con il proprio bambino”, in una relazione di contatto, accompagnata da parole, sguardi e gesti, basata sul rispetto e sull’ascolto dell’altro, utile a creare e rinforzare un legame genitori-figli stabile e duraturo.

Oggi più che mai, in una società in cui la relazione è spesso compromessa, insegnare il massaggio infantile rappresenta un valore aggiunto, che ne ricorda per altro le origine in società sottosviluppate e povere, dove un legame di affetto stabile e duraturo è l’unica cosa che un genitore può offrire al proprio figlio.

Il massaggio rappresenta, infatti, un utile mezzo di comunicazione, dialogo e contatto per tutti i genitori, per coloro che hanno bambini con bisogni speciali, per quelli con bambini più grandi dell’anno di età, per i genitori adottivi e affidatari, pertanto nel 2014 ho frequentato il corso di aggiornamento sul Massaggio al bambino con bisogni speciali, mentre il prossimo anno frequenterò il corso Comunicare con empatia, condotto da Giuditta Mastrototaro.

Collabora con noi

Giuditta Mastrototaro

Da agosto 2015 collabora con noi Giuditta Mastrototaro, insegnante AIMI e mamma di tre bambini. Pedagogista, esperta nelle relazioni educative familiari, da oltre quindici anni si occupa di supervisioni di progetti educativi, formazione per operatori socio/sanitari/educativi, consulenze individuali, conduzione di gruppi sulla promozione della salute e sull’educazione e la comunicazione empatica.

Per AIMI tiene periodicamente seminari sulla comunicazione empatica. Dal 2012 pubblica articoli nella rubrica Crescere Meglio del trimestrale Il Quaderno Montessori diretto da Grazia Honneger Fresco.

Leggi tutti gli articoli di Giuditta Mastrototaro pubblicati su questo sito.

Per conoscere meglio Giuditta Mastrototaro puoi consultare il suo profilo linkedin.

Leggi la presentazione del libro di Giuditta Mastrototaro “Nascere e crescere alla luce dell’educazione empatica”.

Contatti

Per contattare direttamente Giuditta puoi scrivere a giuseppina.mastrototaro@aimionline.itgiuditta.mastrototaro@gmail.com

Seguici anche su

ElencoBlog

Vuoi conoscere tutti gli insegnanti di massaggio infantile AIMI della tua regione o provincia? Ricerca insegnanti nel sito ufficiale AIMI.

Foto di anna karwowska su fotolia.com e Paolo Marconi su Flickr.